EDA – ATO3 rifiuti – elezione presidente

27AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DI NAPOLI 3
ENTE D’AMBITO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI DI NAPOLI 3 NOMINA PRESIDENTE CONSIGLIO D’AMBITO
Il giorno otto marzo 2017, c/o la Sala Consiliare del Comune di Torre del Greco, presieduto dal
Dott. F.sco Donadio, in qualità di Consigliere Anziano, si è riunito il Consiglio D’Ambito per l’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO D’AMBITO DI CUI ALL’ART. 28 DELLA LEGGE REGIONALE 26 MAGGIO 2016, N.14, AI SENSI E CON LE MODALITA’
DELL’ART. 7 DELLO STATUTO DELL’ENTE D’AMBITO E DELL’ALLEGATO “E” ALLO STATUTO.
E’ stato eletto Presidente del Consiglio d’Ambito dell’ ATO NA 3 il Dott. Andrea Manzi.
____________________________________
ELENCO DI  TUTTI I PRESIDENTI EDA della Regione Campania
  1. Avellino; Valentino Tropeano nuovo presidente dell’Ambito irpino, esponente Pd e sindaco di Montefredane.
  2. Benevento;
  3. Caserta;
  4. Giugliano in Campania;
  5. Napoli ( ato na1)
  6. Salerno ( Ente d’Ambito di Salerno) Giovanni Coscia
  7. Torre del Greco ( ato na3 )  Dott. Andrea Manzi

__________________________________

ELENCO DI  TUTTI GLI ELETTI  – decreto Dirigenziale di proclamazione eletti dal

Bollettino Ufficiale della Regione Campania numero 15 del 22/02/2017 (  ELENCo bollettini ) di tutti gli ambiti regionali

Elezioni EDA 6 febbraio 2017

27
EDA Ente d’Ambito (EdA): l’Autorità d’Ambito costituita dai Comuni ricadenti in ciascun ATO per l’esercizio in forma obbligatoriamente associata delle funzioni amministrative inerenti la gestione dei rifiuti è passata in consiglio comunale con delibera 130 del  28 07 2016
secondo: il Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
la Legge Regionale 26 maggio 2016, n. 14
lo Statuto tipo dell’EdA approvato con Delibera Giunta Regionale n.312 del 28.06.2016 (3.94 MB)
indicono le elezioni per il 6 febbraio

  • Presentazione delle liste dal 30 gennaio al 1 Febbraio 2017 dalle ore 8.00 alle ore 12.00
  • Le elezioni saranno in data unica 6 febbraio 2017 dalle ore 9,00 alle ore 18,00 nel seggio allestito per i Consigli d’Ambito dei 7 Enti d’Ambito presso la sede di ciascun Comune dell’Ambito con il maggior numero di abitanti, come di seguito elencati:
    a) Avellino; b) Benevento; c) Caserta; d) Giugliano in Campania; e) Napoli; f) Salerno; g)Torre del Greco
    di cui all’art.25 della legge regionale 26 maggio 2016, n.14, da svolgersi con le modalità e nei termini previsti dall’Allegato B allo Statuto tipo approvato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 312 del 28/06/2016, pubblicatasul BURC n. 49 del 20 luglio 2016;

_____________________________

ALLEGATI Ato3 – elezioni a Torre del Greco
Continue reading

Isole ecologiche – Presentato un esposto in Procura

Presentato un esposto in Procura per fare luce sulla gestione delle isole ecologiche

Abbiamo portato in Procura gli atti che riguardano le isole ecologiche della città per capire di chi sono le responsabilità di tanto degrado che produce effetti molto pericolosi per la salute. Nonostante gli interventi dell’Arpac e della polizia provinciale, l’Amministrazione comunale non è intervenuta per risolvere problemi storici come quello dell’assenza di caditoie, di cassonetti non a norma, della mancanza di recinzioni e controlli. Nella regione dei tumori e della Terra dei Fuochi è fondamentale mantenere alta l’attenzione su questo tema».

Lo dichiara Luigi Gallo, deputato del Movimento Cinque Stelle, che con il consigliere comunale di Torre del Greco, Ludovico D’Elia, ha firmato un esposto alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata per denunciare «lo stato di degrado assoluto e di sostanziale abbandono» delle isole ecologiche di Torre del Greco, «del tutto prive di controllo e che necessitano di interventi immediati di messa in sicurezza» perché divenute «luoghi di deposito indiscriminato di rifiuti di ogni genere».

Le strutture risulterebbero tutte difformi dal regolamento per la gestione dei rifiuti approvato dal Comune di Torre del Greco perché «non custodite né recintate e non tutte dotate di strumenti di sorveglianza adeguati», tanto che «lo sversamento dei rifiuti avviene in maniera indiscriminata a ogni ora del giorno e della notte anche da parte di ditte che sversano rifiuti speciali. Alla Procura  si chiede di identificare i responsabili di eventuali reati come l’inquinamento ambientale, l’impedimento di controllo e l’omessa bonifica.
Le soluzioni alternative ci sono – spiega Ludovico D’Elia – a partire dal “porta a porta”.

In città la percentuale di differenziata è del 47 per cento, quasi dieci punti percentuali sotto il dato regionale. Noi crediamo che il rifiuto sia una ricchezza e per questo puntiamo a un programma serio di raccolta porta a porta, pensato sulla base delle esigenze dei diversi quartieri. Puntando a un servizio efficiente non avremo bisogno di discariche o inceneritori ma Governo, Regione e Comune lavorano in senso opposto.
D’Elia contesta poi la decisione dell’Amministrazione comunale di aderire all’EdA (Ente d’Ambito) di cui Torre del Greco è comune capofila. «Questa scelta – precisa il consigliere deresponsabilizzerà i politici locali che non potranno più controllare la corretta e totale pulizia del territorio. Si è dato vita a un’entità politica che rischia di diventare il solito carrozzone politico».

Ludovico D’Elia Luigi Gallo

Emendamento delibera di G.C. n. 483 del 05/8/2016 PIANO INDUSTRIALE PER LA GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

no-inceneritore-salerno-pontecagnano-rifiuti-zero

  • Presidente del C. C.  Pasquale Brancaccio
  • Sindaco Dott. Boriello Ciro
  • Segretario Generale Dott.ssa Anna Lecora
  • Presidente e consiglieri della II e III C.C.P.
  • Consiglio Comunale

Oggetto: Emendamento delibera di G.C. n. 483 del 05/8/2016 PIANO INDUSTRIALE PER LA GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI Continue reading

NUOVO PIANO INDUSTRIALE PER LA GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

27E’ stato approvato in giunta e verrà proposto al consiglio comunale il NUOVO PIANO INDUSTRIALE PER LA GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI PER IL COMUNE DI TORRE DEL GRECO-ANNO 2016/2021.

Diamogli un’occhiata
NUOVO PIANO INDUSTRIALE PER LA GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

I NOSTRI SUGGERIMENTI Analisi criticità gestione dei rifiuti cittadina

 

Analisi criticità gestione dei rifiuti cittadina

13413057_1019757408093833_8002876027361440594_nPartecipa anche tu all’analisi ed alla ed alla ricerca delle soluzioni in merito alla gestione dei rifiuti.
leggi il sunto e partecipa alle discussioni virtuali ed agli incontri di persona (meetup) sul tema, magari approfondendo uno dei temi segnalati.

Mercoledì 15 giugno si è tenuto un meetup congiunto con l’osservatorio rifiuti zero per elaborare suggerimenti da dare per il nuovo bando cittadino per la raccolta rifiuti.
Si sono evidenziate delle criticità riscontrate nell’attuale sistema e si è discusso sul come superarle.

Tra le  principali criticità riscontrate
si evidenziano:

Continue reading

Consulta dei rifiuti un primo piccolo ma importantissimo passo

Ora i cittadini potranno controllare l’operato dell’amministrazione a salvaguardia della salute, ma anche proporre politiche di RIFIUTI ZERO per maggiore occupazione, più efficienza e che faccia risparmiare i cittadini virtuosi.

In pochi giorni con il #M5S nelle istituzioni si inizia a respirare aria nuova nel comune di Torre del Greco.
Dopo lo stop all’affidamento del centrosportivo a Cesaro,  che è ora in carcere,la segnalazione dei Finaziamento a fondo perduto per interventi sugli edifici comunali  nasce un nuovo strumento nelle mani dei cittadini: l’osservatorio permanente sui rifiuti! Continue reading

Dieci passi verso Rifiuti Zero

1.separazione alla fonte: organizzare la raccolta differenziata. La gestione dei rifiuti non e’ un problema tecnologico, ma organizzativo, dove il valore aggiunto non e’ quindi la tecnologia, ma il coinvolgimento della comunità chiamata a collaborare in un passaggio chiave per attuare la sostenibilità ambientale.

2.raccolta porta a porta: organizzare una raccolta differenziata “porta a porta”, che appare l’unico sistema efficace di RD in grado di raggiungere in poco tempo e su larga scala quote percentuali superiori al 70%. Quattro contenitori per organico, carta, multi materiale e residuo, il cui ritiro e’ previsto secondo un calendario settimanale prestabilito. Continue reading

La storia delle cose

Capire la “Storia delle Cose” per uno Stile di Vita piú Sostenibile

La Storia delle Cose per uno Stile di Vita piú SostenibileMolto spesso riflessioni complesse possono essere esplicitate in modo straordinariamente semplice ed efficace anche così, con stili comunicativi immediatamente comprensibili da tutti.
In questo breve clip Annie Leonard ci fa capire ciò che io ho compreso attraverso anni di studi, letture intense e dibattiti innumerevoli. Grande Annie, condivitelo per favore….più informati, più liberi, meno asserviti e condizionati dal sistema.storia_cose
“La nostra economia incredibilmente produttiva ci richiede di elevare il consumismo al nostro stile di vita, di trasformare l’acquisto e l’uso di merci in rituali, di far sì che la nostra realizzazione personale e spirituale venga ricercata nel consumismo. Abbiamo bisogno affinche i conti tornino che sempre più beni vengano consumati, distrutti e rimpiazzati ad un ritmo sempre maggiore.”