Richiesta selezione scrutatori da Albo Unico tramite sorteggio casuale in seduta pubblica

sorteggioOGGETTO: Richiesta selezione scrutatori da Albo Unico tramite sorteggio casuale in seduta pubblica

Il sottoscritto Ludovico D’Elia Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle

Premesso

  • Che siamo in un periodo di sfiducia estrema nella politica nel quale i cittadini rischiano di perdere il rispetto nelle istituzioni e con esso il senso del dovere, con ovvie conseguenze sul tessuto sociale. Continue reading

Richiesta selezione scrutatori da Albo Unico tramite sorteggio casuale in seduta pubblica

richiesta-selezione-scrutat

OGGETTO: Richiesta selezione scrutatori da Albo Unico tramite sorteggio casuale in seduta pubblica.

Il sottoscritto Ludovico D’Elia Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle

Premesso

  • Che siamo in un periodo di sfiducia estrema nella politica nel quale i cittadini rischiano di perdere il rispetto nelle istituzioni e con esso il senso del dovere, con ovvie conseguenze sul tessuto sociale. Continue reading

Commissione elettorale, D’Elia (M5S): sorteggio pubblico per scrutatori. Il voto deve essere libero

Commissione elettorale, D’Elia (M5S): sorteggio pubblico per scrutatori. Il voto deve essere libero
commissione-elettorale
Il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Torre del Greco Ludovico D’Elia invita la commissione elettorale di Torre del Greco a procedere con il sorteggio pubblico per la designazione degli scrutatori per le elezioni regionali.
“Il voto dei cittadini – dichiara D’Elia – deve essere libero da condizionamenti. Gli elettori scelgano il candidato in grado di offrire maggiori garanzie nell’amministrare la regione. Si legge invece sui giornali che l’amministrazione stia addirittura caldeggiano la scellerata ipotesi di non effettuare il sorteggio. Il Movimento Cinque Stelle vuole ridare valore e credibilità alle istituzioni: non si può prescindere da un sorteggio con sistema meccanico che eviterebbe qualsiasi dubbio di trasparenza. Se cosi non fosse – aggiunge – il senso di gratitudine potrebbe indurre i 424 scrutatori non solo a comportamenti poco liberi nella scelta personale di voto per le prossime elezioni ma addirittura a comportamenti che possano viziare la correttezza del delicatissimo ruolo che andranno a svolgere”.