Elezioni EDA 6 febbraio 2017

27
EDA Ente d’Ambito (EdA): l’Autorità d’Ambito costituita dai Comuni ricadenti in ciascun ATO per l’esercizio in forma obbligatoriamente associata delle funzioni amministrative inerenti la gestione dei rifiuti è passata in consiglio comunale con delibera 130 del  28 07 2016
secondo: il Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
la Legge Regionale 26 maggio 2016, n. 14
lo Statuto tipo dell’EdA approvato con Delibera Giunta Regionale n.312 del 28.06.2016 (3.94 MB)
indicono le elezioni per il 6 febbraio

  • Presentazione delle liste dal 30 gennaio al 1 Febbraio 2017 dalle ore 8.00 alle ore 12.00
  • Le elezioni saranno in data unica 6 febbraio 2017 dalle ore 9,00 alle ore 18,00 nel seggio allestito per i Consigli d’Ambito dei 7 Enti d’Ambito presso la sede di ciascun Comune dell’Ambito con il maggior numero di abitanti, come di seguito elencati:
    a) Avellino; b) Benevento; c) Caserta; d) Giugliano in Campania; e) Napoli; f) Salerno; g)Torre del Greco
    di cui all’art.25 della legge regionale 26 maggio 2016, n.14, da svolgersi con le modalità e nei termini previsti dall’Allegato B allo Statuto tipo approvato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 312 del 28/06/2016, pubblicatasul BURC n. 49 del 20 luglio 2016;

_____________________________

ALLEGATI Ato3 – elezioni a Torre del Greco

_____________________________

CONFRONTO ELEZIONI EIC ED EDA

La situazione è simile ma non è la stessa, ad esempio le fasce sono divise diversamente.
fascia A sopra i 60 mila
fascia B  da 30 mila a 60 mila
fascia C sotto i 30 mila.
I tempi di votazione ridotti di tre ore rispetto eic non 12 ma 8 ore.
in tutto l’ambito Ato3 ci sono22 seggi;  22 consiglieri in ambito, 3 sono assegnati alla fascia A,  perché sono solo due i comuni che insieme fanno 150 mila abitanti e fanno 3 seggi. Torre del Greco presentando la lista da solo ne prende 2  e Castellammare 1, Un seggio ogni 50 mila abitanti, approssimato e quindi fascia A Difficilmente ci saranno più liste .

Sotto l’aspetto civico per fare le elezioni ora rispetto al caso dell’acqua è differente, per l’acqua c’era una stratificazione, un percorso con i sindaci che per i rifiuti manca.
Nell’ato 3 è interessante notare che per i comuni sotto i 30 mila abitanti, cioè prende la stessa rete che ha fatto la rete dell’acqua e la passa lì e portarla a fare la lista della fasciaC.

PER PRESENTARE LA LISTA dei comuni di una fascia  i comuni devono rappresentare il 10% degli abitanti della fascia di riferimento.
Bisogna arrivare semplicemente 45 mila abitanti per presentare la lista, potrebbe non essere così complicato.

I COMUNI COMMISSARIATI NON PARTECIPANO va tenuto conto nelle quote.

_____________________________

Se ti è piaciuto l’argomento vedi anche
La nostra economia ed il ciclo dei rifiuti

Print Friendly

Lascia un Commento