Oggi c’è stato un incontro del MoVimento 5 Stelle Torre del Greco con il sindaco Gennaro Malinconico

Resoconto incontro con il sindaco 16/07/13

A seguito di nostra richiesta, il giorno 16/07/13 c’è stato l’incontro con il sindaco; incontro  richiesto per avere un riscontro diretto rispetto alle  istanze ed alle iniziative proposte.
L’incontro si è reso necessario vista la mancanza di un completo riscontro alle numerose problematiche poste in passato all’amministrazione. In taluni casi si sono avute risposte parziali e in altri è parso chiaro dalle risposte ricevute che è stata data una lettura superficiale ai quesiti posti.

Il Sindaco in apertura d’incontro ci ha tenuto a spiegare i motivi per cui ha fissato l’appuntamento con tanti giorni di distanza rispetto alla data della nostra richiesta (una serie di vicende e di emergenze che lo hanno impegnato e che hanno fatto ricevere la richiesta solo dopo una settimana quando ormai prima di trovare un giorno libero in agenda sarebbero dovuti passare altri 7 giorni).
L’incontro è stato caratterizzato da una cordialità e disponibilità nel dare tutte le risposte a qualsivoglia dubbio ponessimo mostrando peraltro di essere aggiornato sui vari temi presentati.
L’Avv. malinconico ci ha introdotti all’incontro sostenendo di provare piacere del fatto che i cittadini si stiano interessando alla politica tramite comitati, associazioni e movimenti  come il nostro.

In linea generale nell’ambito dei singoli temi oltre a darci spiegazione sull’argomento ha concluso rassicurandoci che ci avrebbe fatto chiamare dall’assessore competente per un incontro o sottolineando che l’argomento trattato non era di sua competenza e che l’ingente quantità di problemi che la città deve gestire è frutto di cattive amministrazioni precedenti .

I temi affrontati sono stati:

  • CONSULTA CITTADINA SUI RIFIUTI
    Si è fatto presente che nel precedente ( LINK al resoconto del precedente incontro ) incontro con il sindaco avvenuto il 2 marzo  si era convenuti sull’importanza di redigere un regolamento per organizzare una consulta permanente sul tema dei rifiuti, il sindaco per velocizzare la realizzazione della consulta ci aveva invitati a realizzare noi stessi questo regolamento per poi sottoporglielo .
    E’ stato fatto presente che tale regolamento è stato realizzato come concordato con il sindaco ( LINK AL REGOLAMENTO   )  e protocollato ma da allora il comune non ha risposto in merito.
    Il sindaco ci  ha rassicurato che l’assessore competente ci avrebbe contattato al più presto per riprendere la strada interrotta.

  • TAXI COLLETTIVI
    Si è discusso sull’attuale regolamento dei taxi collettivo mai fatto rispettare e dell’esigenza di ricoprire anche le zone della periferia che attualmente non vengono interessate da tale servizio. Quindi nel chiedere di farlo rispettare sono state fatte altre proposte come quella di prevedere tariffe a chiamata oppure di stabilire dei turni a rotazione dei taxi nelle zone di periferia oppure ancora di aggiornare tale servizio con l’aggiunta di un’apposita app per Smartphone che possa indicare la posizione dei vari pulmini  così che l‘utente possa fare le sue valutazioni mentre è in attesa.
    Il sindaco ha apprezzato le segnalazioni e ci ha raccontato di avere un progetto di una app anche per rilevare i posti auto liberi nei vari parcheggi cittadini.

  • Tubo per il depuratore del SARNO

    Abbiamo parlato delle contrastanti informazioni presenti sulla stampa in merito ed abbiamo portato l’esempio dei depuratori che vengono dati in utilizzo con funzionamento ridotto per i quali abbiamo rilevato con un sopralluogo che gli stessi hanno le vasche vuote ed in un caso addirittura con acqua stagnante e vegetazione con lunghezza maggiore ad un metro.
    Abbiamo inoltre segnalato di come in un altro nostro sopralluogo abbiamo trovato uno scarico sugli scogli diretto in mare all’altezza di Santa Maria la Bruna con deroga scaduta nel 2010.
    Il sindaco ha preso nota della nostra segnalazione in merito allo scarico  per poi passare alla descrizione dell’attuale situazione in merito al tubo da realizzare per connettersi al depuratore del Sarno.
    Ci ha chiarito che la decisione del tipo di lavoro da intraprendere a Torre del Greco non è stata ancora presa e che la stessa non spetterà purtroppo al comune ma alla regione,
    Su Torre del Greco ci sono quattro ipotesi diverse di cui una sola non prevede l’allaccio al depuratore del Sarno ma prevede  il rifacimento completo degli attuali depuratori.

  1. Rifacimento dei depuratori nell’attuale posizione aggiornandoli a nuove tecnologie con un  costo di 18 – 20 milioni di euro; criticità: trasporto dei liquami con camion nella zona S. Giuseppe Alle Paludi, zona densamente abitata.
  2. Collegamento all’impianto tubo passando per via Litoranea sotto Villa Inglese per poi connettersi nel gallerione (Torre Annunziata): costo ( 30 milioni )
  3. scavo tubo attraversando in modo rettilineo tutta la città (criticità: il pericolo di crollo degli edifici sovrastanti )
  4. Collegamento all’impianto tubo passando per via Nazionale per poi connettersi nel Gallerione (Torre Annunziata).Costo: 34 – 35 milioni-

    La soluzione maggiormente probabile è appunto l’ultima.
    In tutto questo c’è da rilevare che allo stato attuale non ci sarebbero i soldi stanziati per Torre del Greco; i 27 milioni che furono in un primo momento stanziati dalla regione per tale opera a Torre del Greco sono stati in seguito sottratti e usati per l’emergenza rifiuti dalla regione stessa . Si scelse di sottrarre i fondi al nostro comune e non ad altri perché Torre del Greco già disponeva, a differenza dei comuni limitrofi, di due impianti per la depurazione.
    Abbiamo fatto presente al sindaco che la cosa che ci preoccupa maggiormente, oltre al fatto che rispetto ad un impianto in loco avremo anche i costi per la manutenzione della struttura delle pompe di sollevamento e del tubo, è che la società che offrirà la depurazione sarà la GORI, una società partecipata cioè mista pubblico privata, e quindi come già avviene per l’acqua andremo a perdere controllo autonomia e certezza su tutte le decisioni in merito a questo servizio comprese l’aspetto delle tariffe.
    A tal proposito ci piace ricordare l’analisi di Ferdinando Imposimato : “L’emorragia di danaro pubblico si verifica con le società partecipate pubblico private, che vivono di soldi pubblici, in cui si verificano assunzioni indiscriminate senza concorsi i migliaia di persone . Nessun controllo esiste per le società partecipate. Non si può accettare che, con la complice inerzia dei governi, continuino a esistere uomini- politici, funzionari o alti dirigenti- che ricevano compensi in beni e servizi molto maggiori di quelli ricevuti da altri uomini che lavorano. Questo fenomeno è il cancro della nostra economia “  ( Ferdinando Imposimato )

  • PISTA DI PATTINAGGIO
    Si è chiesto  un intervento in merito alla pista di pattinaggio presente sulle scale della villa che attualmente versa in uno stato d’abbandono con piante vetri rotti e spazzatura di vario .
    Il sindaco ci ha parlato di un piano nel progetto “Più Europa” che prevede la riqualifica della zona (entro quale data?) e ha anche espresso la sua volontà di non intervenire, per il momento, senza l’inizio di un progetto, e che una pulizia comunque non sarebbe stato un intervento risolutivo.
    A questo punto abbiamo chiesto se era il caso di chiedere il permesso e in quali eventuali illeciti si potrebbe incorrere se un’ associazione o un semplice gruppo di liberi cittadini si  adoperasse nel  ripulire gli spazi della città.
    Ci è stato spiegato che se non si commette niente d’illegale e che se si raccoglie dal posto un qualsiasi materiale, poi se ne diventa responsabili quindi non va lasciato ma va differenziato e portato nell’apposita isola di raccolta rifiuti.

  • PIEDIBUS
    Abbiamo illustrato al sindaco il progetto del PIEDIBUS e la nostra richiesta di patrocinio da parte del comune; patrocinio non come forza politica ma come gruppo di cittadini.
    Il sindaco ha mostrato interesse ed apprezzamento per l’iniziativa e per tutti i risvolti positivi della stessa ed ha mostrato stupore per il giudizio tecnico non favorevole.
    Abbiamo raccontato di aver avuto già un incontro con il consigliere MEO che aveva dapprima accolto con entusiasmo l’iniziativa invitandoci a realizzare una pagina html che sarebbe poi stata inserita nel sito del comune; cosa che abbiamo fatto
    http://www.movimento5stelletorredelgreco.it/piedibus.htm   ) , ma una volta protocollata la richiesta ci siamo visti arrivare una risposta dall’ufficio tecnico che mostrava perplessità e ci invitava ad agire in autonomia .
    Abbiamo chiarito che non è nostra intenzione sostituire ne del tutto ne da subito il servizio di trasporto tramite pulmini;  il sindaco si è trovato d’accordo ed ha prospettato la possibilità di una graduale limitazione delle linee autobus con l’eventuale prendere piede del PIEDIBUS.
    Anche in questo caso ci  ha assicurato che l’assessore competente ci avrebbe contattato per un incontro.

  • DECORO URBANO
    Il sindaco ha mostrato interesse e disponibilità riguardo lo strumento ritenendolo molto utile per pianificare gli interventi .

  • OSPEDALE MARESCA
    Abbiamo chiesto al sindaco di informare la popolazione sugli ambulatori e reparti aperti al Maresca e più nello specifico sui servizi che la struttura era in grado di fornire per far in modo che le persone vengano a conoscenza del fatto che  l’ospedale funziona ancora.
    (Dopo un exursurs circa la precarietà dell’attuale amministrazione) il sindaco sostiene che deve essere l’Asl napoli 3 sud ed in particolare la direzione dell’ospedale ad occuparsi d’informare i cittadini su quali reparti e ambulatori sono aperti, insistendo sul fatto che per la questione Maresca il comune non può fare niente.
    Abbiamo ribadito che a nostro avviso sarebbe cosa opportuna informare i cittadini al di la delle competenze ma abbiamo ricevuto la stessa risposta di cui sopra; il sindaco ci ha inoltre informati che  il 18 luglio è stata organizzata una conferenza dei Sindaci dell’ASL Napoli 3 Sud (57 comuni)
    Tale incontro aveva due punti all’ordine del giorno, il Maresca (a detta del sindaco) rientrava nel 2° punto.

  • EQUITALIA
    Si è poi affrontato il tema della riscossione dei tributi direttamente dal comune senza l’intermediazione di equitalia o di un privato in genere. Il sindaco ci informa che anche se piccolissimo,un passo in tal senso è stato fatto e che è attivo un codice postale per pagare alcuni contributi in modo diretto ma non ci ha saputo specificare al momento indicare quali siano.
    Il sindaco ha dato la sua disponibilità per la pianificazione a settembre nella terza commissione delle fasi che dovranno portare il comune a rendersi autonomo nella riscossione.
    Il tutto dovrà avvenire  entro fine anno come prevede l’ennesima proroga (riguarda tutte le imposte locali e non solo la Tares ) della legge che entro gennaio 2014 effettuerà  un cambio di competenze nella riscossione dei tributi che passerà dai privati al comune.
    Attenzione questa legge non obbligherà il comune a non servirsi più di un privato per la riscossione dei tributi ma sancisce solo che volendo ne potrà fare a meno.
    Ricordiamo che siamo in commissione tramite una petizione  CONSEGNATA il 25 ottobre grazie alla quale abbiamo avuto già vari incontri nella terza commissione tutti sollecitati dal gruppo cittadino del movimento.OLTRE agli argomenti in scaletta abbiamo affrontato vari altri temi come la volontà reciproca di arrivare ad un bilancio partecipato.
Print Friendly

Lascia un Commento